Gestire le luci con Alexa: cosa serve?

Sono passati i tempi in cui Alexa, e con essa tutti i dispositivi legati alla popolare assistente vocale Amazon, era utilizzata solo per rispondere a semplici domande di uso comune, meteo e notizie in primis. Con l’evolvere della tecnologia e delle capacità ad essa attribuite, Alexa è in breve diventata un valido strumento con cui coordinare tutti i device presenti nella tua casa. Potremo quindi dire che Alexa ha fatto da apripista al mondo della domotica per tantissimi utenti. E quale modo migliore per prendere confidenza con questo nuovo universo smart, se non iniziare con il sistema di illuminazione domestico? Vediamo dunque, in pochi e semplici passaggi, come gestire le luci con Alexa e, in particolare, cosa occorre per controllare al meglio le lampadine smart ad essa associabili.

1. Alexa e Amazon Echo

amazon echo
Il primo passo è, naturalmente, munirsi dell’assistente vocale di casa Amazon: sarà infatti necessaria per interfacciarsi con le luci smart che provvederai ad installare nella tua abitazione.

Alexa è presente in tutti i device della gamma Amazon Echo. A seconda delle vostre necessità potreste dunque optare per il compatto e sempreverde Echo Dot, giunto ormai alla terza generazione, per l’altoparlante altamente performante Echo Plus oppure per i nuovi dispositivi Echo Spot, provvisti di un piccolo ma pratico schermo, ed Echo Input, qualora foste già provvisti di numerosi altri speaker sparsi per casa e aveste solo bisogno di integrarvi Alexa.

2. La rete wifi

Trattandosi di dispositivi smart, tanto le lampadine quanto i device Amazon avranno bisogno di una connessione wifi. Per gestire le luci con Alexa, è necessario che questa dialoghi con le lampadine smart presenti nella tua abitazione, e il modo in cui ciò accade è proprio tramite una rete wifi.

Una volta collegate le lampadine all’app Alexa, il tuo comando vocale (come il classico “Alexa, accendi le luci del soggiorno”) verrà trasferito, mediante una connessione sicura, al server Amazon più vicino. Qui sarà elaborato e ritrasmesso alla lampadina smart o all’hub, nel caso il sistema necessiti di un ponte con cui interfacciarsi alla rete. Il procedimento, apparentemente lungo ed elaborato, è in realtà portato a termine quasi in tempo reale.

3. Lampadine smart compatibili con Alexa

lampade led smart compatibil alexa
Prima di partire alla volta di un negozio ed acquistare una qualsiasi tipologia di lampadina intelligente, occorre ricordare che questa debba essere necessariamente compatibile con Alexa. Il modo in cui appurare la compatibilità è semplice: presta attenzione alla confezione, o alla descrizione sottostante il prodotto in caso di acquisti online, e verifica che sia presente il bollino dedicato, di solito la dicitura è Works with Amazon Alexa.

Nel tempo la gamma di lampadine intelligenti compatibili con l’assistente Amazon si sono fatte via via più numerose, economiche ed avanzate, dal punto di vista dei controlli diretti sulla luminosità della lampadina. In commercio infatti ne esistono di “semplici”, ovvero capaci di emettere luce bianca, e di multicolori, le cosiddette lampadine RGB. Alcune sono dimmerabili, ovvero è possibile regolarne l’intensità luminosa (da 0 a 100%) per creare in ogni stanza l’atmosfera più adatta ad ogni occasione. Le più avanzate sono anche programmabili: accensione/spegnimento, configurazione pre-impostata a seconda delle diverse ore del giorno o esigenze,….

4. Skill

Non sempre i comandi vocali sono adeguatamente processati da Alexa: per ovviare all’inconveniente, è bene verificare che il produttore della lampadina smart abbia rilasciato la propria skill nell’apposito store Amazon. Se non lo sapessi, le skill sono delle app che ampliano le capacità dell’assistente vocale e le permettono di riconoscere al meglio determinati e specifici comandi vocali. Lo store è ben fornito e in continuo aggiornamento: trova la skill che si adatta alle tue lampadine intelligenti, pigia su Attiva e segui la procedura passo passo che apparirà a schermo, per collegare il tuo profilo alla lampadina smart in questione. Al termine, chiedi ad Alexa di rilevare i dispositivi con il comando “Scopri i miei dispositivi” e il gioco è fatto: adesso potrai avvalerti della skill adatta ed utilizzare al meglio i comandi vocali per gestire le luci con Alexa.

5. Conclusioni

La lista delle lampadine smart compatibili con Alexa si amplia giorno dopo giorno: oramai è impossibile a fare a meno dell’assistente Amazon quando si tratta di mettere in piedi un primo e funzionale sistema di illuminazione intelligente. Allo stesso modo, il mondo dell’illuminazione intelligente è in continua evoluzione ed è pronto per sbarcare definitivamente nelle case di tutti gli italiani: resta solo l’imbarazzo della scelta nel trovare il device che più si avvicina ai tuoi bisogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *