APP Alexa su smartphone: come configurarla e utilizzarla

In questo articolo ci occupiamo dell’assistente vocale Alexa, delle sue funzioni e della configurazione per trarre il massimo da questo assistente vocale.

Alexa è l’assistente creato da Amazon, pensato per essere utilizzato su specifici dispositivi, gli altoparlanti Amazon Echo.

Per trarre il massimo dall’assistente è utile avere a disposizione questi speaker, ma le funzioni di Alexa si possono già provare sui dispositivi iOS e Android, per capire il suo funzionamento; vediamo come fare, quindi come procedere con la configurazione dell’assistente vocale, come sfruttare le sue funzioni e come abbinarle agli accessori compatibili con Alexa.

Provare Alexa Gratis: come fare

Anche senza avere un dispositivo Echo Dot, è possibile utilizzare Alexa senza alcuna limitazione e in modo del tutto gratuito, anche se non comodissimo.

E’ infatti sufficiente scaricare l’app Alexa, disponibile per iPhone e per Android, ed effettuare l’accesso con le nostre credenziali Amazon. Avremo quindi accesso all’app per la configurazione, anche se non abbiamo alcun dispositivo da configurare.

Nell’app è presente un grande pulsante centrale premuto il quale potremmo porre qualunque domanda ad Alexa, esattamente come se la stessimo utilizzando da Amazon Echo. Le risposte saranno esattamente le stesse che avremmo sull’altoparlante.

La differenza sta nella comodità, perché usare l’assistente dall’app implica aprirla e parlare vicino al telefono, ma con funzioni più limitate rispetto a Siri o all’assistente Google. Per cui questo sistema può essere utile per provare le funzioni prima di acquistare un Echo, ma raggiunge il massimo solo in abbinamento con l’altoparlante.

Come configurare l’assistente vocale

La configurazione dell’assistente vocale si fa dall’applicazione, ed è molto semplice.

Una volta abbinati i dispositivi Echo, che quando connessi alla corrente verranno automaticamente riconosciuti dall’applicazione, e inserita la password della rete Wi-Fi che ci verrà chiesta (perché gli altoparlanti, anche senza schermo, devono essere connessi alla rete per poter funzionare anche quando non ci siamo), potremo iniziare ad utilizzare Alexa in totale autonomia.

Potremo già porre le diverse domande all’assistente (relativamente al meteo, ad esempio, all’ora o all’impostazione di una sveglia), ma per ottenere il massimo dobbiamo aggiungere le due componenti fondamentali: le Skills e i dispositivi associati.

Come aggiungere i dispositivi domotici

L’aggiunta dei dispositivi domotici segue un percorso che passa dalla configurazione dell’app del produttore di quell’accessorio, quindi in un secondo momento dall’attivazione delle Skills specifiche..

Bisogna notare che i dispositivi devono essere compatibili con l’assistente vocale, e questo possiamo verificarlo solo nel momento dell’acquisto. Il produttore deve indicare esplicitamente la compatibilità con l’assistente vocale, ma in realtà è possibile “bruciare le tappe” e fare una controprova nel momento dell’acquisto, configurando l’accessorio anche senza averlo fisicamente (la configurazione, ovviamente, non si concluderà, ma avremo prova della compatibilità).

I passaggi seguenti valgono quindi sia in caso di verifica della compatibilità dell’accessorio che vogliamo acquistare, sia in caso abbiamo già l’accessorio e vogliamo configurarlo.

  • Apriamo l’app Alexa da smartphone, ed entriamo nella scheda “dispositivi”. Utilizzando il “+”, aggiungiamo un nuovo dispositivo, che può essere o un Amazon Echo (se ancora non lo abbiamo configurato) oppure un altro dispositivo domotico.
  • Nella lista, scegliamo la categoria del dispositivo, come termostato, lampadina oppure videocamera.
  • Scelta la categoria dovremo scegliere la marca dell’accessorio che ci interessa, quindi eventualmente il modello. Troveremo quindi il link dell’app del produttore, dal quale verremo rimandati ad App Store o Google Play per poterla scaricare (se la marca è presente, possiamo avere conferma della compatibilità dell’accessorio, in caso non lo abbiamo ancora acquistato).
  • Scarichiamo e configuriamo l’app del produttore, da cui potremo verificare anche il funzionamento dell’accessorio. Una volta terminata la configurazione, e verificato che funziona, l’app ci rimanderà automaticamente all’applicazione Alexa.
  • Ci troveremo quindi nella pagina della Skill del produttore, che dovremo attivare come spiegato di seguito.

Come aggiungere le Skill Alexa

Le Skills Alexa sono praticamente delle app, simili a quelle su smartphone ma che riguardano esclusivamente le funzioni vocali. In pratica, sono una serie di controlli aggiuntivi per l’assistente che lui imparerà a riconoscere.

Ci sono diversi tipi di Skills, che vanno da quelle che dicono cose (notizie, filastrocche, fiabe per bambini, giochi come i quiz) a quelle relative a uno specifico servizio (come Spotify, che permette di ascoltare la musica), passando per quelle che permettono di controllare gli accessori.

Per configurare una Skill, che è sempre gratuita e liberamente attivabile, è necessario:

  • Entrare nell’app Alexa, premere il pulsante con le tre linee in alto a destra e scegliere “Skill e Giochi”;
  • Cercare le Skills che ci interessano per categoria oppure per nome, tramite la funzione di ricerca, ed entrare nella pagina relativa alla Skills che ci interessa (se abbiamo configurato un accessorio, ci troveremo già nella pagina giusta).
  • Premere il pulsante “Abilità all’uso” e saremo pronti per utilizzare quella skill. Nella pagina di descrizione potremo trovare le frasi e le formule utilizzabili, che consentono di trarre il massimo da quella specifica Skill.

Questi i passaggi necessari per attivare le funzioni, sia quelle “standalone” che quelle che richiedono un accessorio. Da quel momento potremo iniziare ad utilizzare liberamente, e indipendentemente dallo smartphone, quell’accessorio o quella funzione tramite l’assistente vocale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *