Interruttori Smart Wifi:

Uno degli accessori che, anche più di altri, ha la capacità di rendere smart la nostra abitazione, sono gli interruttori Smart che sostituiscono le classiche “piastrelle” della luce con cui si controllano i diversi elettrodomestici.

Si tratta di normali interruttori, con vari design, che hanno però la capacità di essere controllati non solo con il nostro dito (quando li accendiamo o spegnamo), ma anche con altri dispositivi, facendoli rientrare in questo modo tra gli interruttori Smart.

Ne esistono in diversi modelli e varianti, e proprio questa variabilità potrebbe rendere complesso scegliere il migliore per le nostre necessità: in questa pagina cerchiamo di capire cosa sono e qual è la loro funzione.

Interruttori Smart: cosa sono e a cosa servono

Gli interruttori Smart sono semplicemente degli interruttori, il cui scopo è quello di far passare (o di interrompere il passaggio) della corrente. Lo scopo non è quindi diverso da quello dei classici interruttori, con la possibilità tuttavia di poterli controllare a distanza, tramite smartphone, internet o assistente vocale.

Tra gli interruttori possiamo distinguere, in modo grossolano:

  • Interruttori Smart: in senso generico, tutti gli interruttori che si possono controllare con altri dispositivi. Ad esempio, possono essere interruttori Bluetooth che si controllano con una specifica applicazione.
  • Interruttori IoT o Wi-Fi: sono un sottogruppo dei precedenti ed hanno la possibilità di collegarsi ad internet. In questo modo possono essere controllati a distanza ed è possibile associarli agli assistenti vocali.

Un’altra distinzione utile è quella relativa all’ecosistema di cui fanno parte: possono infatti essere creati per gestire uno specifico elettrodomestico o sistema, oppure possono essere veri e propri sostituti di una piastrella tradizionale.

  • Nel primo caso, sono vincolati al sistema in oggetto. Un interruttore di marca X che controlla solo le lampadine di marca X, o un campanello Wi-Fi che fa suonare un altoparlante in casa hanno funzioni ben definite che non possono variare; a meno di essere interessati a quell’ecosistema, sono interruttori da evitare.
  • Gli interruttori sostitutivi della piastrella sono interruttori a tutti gli effetti, che si sostituiscono (appunto) alla piastrella e si premono con il dito ma si controllano anche a distanza. Quello che fanno dipende dalla struttura dell’impianto elettrico di casa.

Interruttori Wi-Fi: marchi e modelli

Di seguito riportiamo le caratteristiche dei principali marchi che producono questo tipo di interruttore:

  • Interruttore Allomin: è un interruttore IoT compatibile con Amazon Alexa e con Google Home. Si tratta di una piastrella a due interruttori che si sostituisce alle piastrelle di casa e consente di muovere gli interruttori anche a distanza. Interessante, anche per il costo economico.
  • Sonoff interruttore intelligente: molto simile al precedente, ne condivide le funzioni. E’ disponibile in colore bianco e nero, con numero variabile di interruttori per piastrella.
  • Jinvoo Smart: altro interruttore simile ai due precedenti, anche in questo caso IoT e compatibile con Alexa e Google Home.
  • Interruttore Meroff: condivide le caratteristiche con i due precedenti. Si caratterizza per poter essere sostituito alle piastrelle con tre interruttori.
  • Iotty: simile ai precedenti, la differenza fondamentale è che si tratta di uno dei pochi interruttori ad avere la compatibilità con Siri, particolarmente utile per chi usa l’ecosistema Apple.
  • Acemax Sonoff: si tratta di un interruttore IoT compatibile con Alexa e Google Home, controllabile dalla distanza. Tuttavia non è una piastrella, ma un piccolo dispositivo da interporre ai cavi elettrici. Per cui convive con gli interruttori tradizionali, rendendoli però anche smart; è però difficoltoso da installare se non si hanno basi di elettronica.
  • Interruttore Philips Hue: quest’ultimo è un interruttore in grado di controllare, in modo indipendente dall’impianto elettrico, le lampadine Philips Hue. Non si può quindi sostituire alle piastrelle tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *