Amazon Echo: come ascoltare radio e musica in streaming?

Uno degli impieghi più gettonati di Amazon Echo, e di tutti gli smart speaker simili, è quello dello streaming musicale. Tanto Alexa quanto gli smart speaker di casa Amazon, si rivelano essere molto flessibili quando si tratta della riproduzione di brani musicali. Sarà necessaria un minimo di confidenza con l’app Alexa, ma con i giusti accorgimenti, si potrebbe persino parlare di Amazon Echo come di una radio-jukebox ma con l’aggiunta del privilegio, dato dall’accompagnamento dell’assistente vocale, di poter essere utilizzato mediante soli comandi vocali.

Iniziamo con l’affermare che, per utilizzare Alexa per lo streaming musicale, non sono necessarie particolari Skill. L’app Alexa, infatti, ha già integrati alcuni dei servizi musicali più famosi ed utilizzati dagli utenti: Spotify, TuneIn, Deezer e Amazon Music.

1. Spotify, Deezer e Amazon Music

Per collegare Spotify ad Amazon dovrai disporre necessariamente di un account Premium, collegarlo all’app Alexa e configurarlo. Fatto ciò, l’utilizzo dei comandi vocali filerà liscio come l’olio, ma dovrete specificare la piattaforma da cui l’assistente dovrà pescare la musica (es: “Alexa, riproduci [nome brano] da Spotify”). Per ovviare a ciò, potete sempre configurare Spotify come servizio predefinito per lo streaming musicale (es: “Alexa, riproduci la playlist Estate 2018” oppure “Alexa, riproduzione casuale”), in tal modo Alexa darà per scontata la provenienza della musica desiderata da Spotify.

Lo stesso discorso, vale anche per Deezer e per Amazon Music. In quest’ultimo caso, dovrete disporre di uno dei due servizi Amazon dedicati: Prime Music (incluso con Amazon Prime) oppure Amazon Music Unlimited, che prevede tre specifici abbonamenti per chi ascolta musica dai dispositivi Echo (maggiori dettagli).

2. Ascoltare radio e musica con TuneIn

Se quello che desiderate è invece l’ascolto di musica dalla radio, ecco integrato il supporto a TuneIn, il popolare servizio di radiotrasmissione divenuto oramai il prediletto dalle stazioni radio di tutto il mondo che intendono trasmettere i propri programmi anche via Internet (es: “Alexa, riproduci Il Ruggito del Coniglio da TuneIn”).

TuneIn è stato uno dei primi servizi del genere musicale ad essere integrati in automatico sui dispositivi Alexa. La partnership iniziò infatti già nel 2014, anno in cui gli smart speaker cominciarono a prendere piede anche nel nostro paese. Da quel momento, la crescita e il supporto al servizio è cresciuto in maniera esponenziale, permettendo a TuneIn di divenire un giocatore di spicco nel mondo dello streaming musicale sui dispositivi Echo, al pari di colossi come Spotify o del nativo Amazon Music.
TuneIn si potrebbe pensare come ad un aggregatore di radio, podcast e canali streaming provenienti da tutto il mondo. Al momento, vi sono catalogate circa 120.000 stazioni radio e oltre 5 milioni di podcast. Si tratta quindi della soluzione ideale per ascoltare musica, programmi radiofonici o podcast senza vincoli di app o skill proprietarie.

Il servizio è già incluso negli Amazon Echo, dunque non occorre scaricare altre app o skill né tanto meno procedere con l’attivazione di altri account. Tutto ciò che dovrai fare è pronunciare comandi come “Alexa, riproduci (nome della radio) su TuneIn” oppure “Alexa, riproduci il podcast X”.

Se dovessi aver problemi con i comandi vocali, sappi che puoi ricercare la stazione radiofonica o il programma che preferisci anche manualmente. Troverai TuneIn nell’applicazione mobile Alexa, alla voce Intrattenimento, dunque su Musica e Libri. Troverai un elenco con i vari servizi di streaming musicale integrati, da qui selezioni TuneIn ed infine la radio o il podcast di tuo gradimento.

3. Ascoltare le radio con skill specifiche

Naturalmente, potrai sempre avvalerti di Skill più specifiche in base alle tue esigenze. Sullo store puoi trovare le Skill associabili a quasi tutte le radio più popolari in Italia (es: “Alexa, apri Radio Deejay” oppure “Alexa, apri RTL e suona la diretta”) e persino Skill dedicate a suoni ambientali o ideali per ristabilire la concentrazione e favorire il rilassamento (es: “Alexa, avvia Rumore dell’oceano”).

Come accennato, nello store Amazon sono disponibili le Skill Alexa di buona parte delle radio italiane (Radio Deejay, RTL102,5, Radio Italia,…) e internazionali (come Radio NewYork Live, in diretta da Time Square). Senza naturalmente scordare le trasmissioni radiofoniche tematiche (come Radio Symphony che propone musica classica 24 ore al giorno).

4. Musica per rilassarsi ed altro

Se invece ciò che cerchi è un aiuto per rilassarti, esistono una varietà pressoché infinita di skill che fanno al caso tuo. Ecco quindi le skill di Rumore Ambientale, suddivise in varie categorie come Cascata, Foresta Tropicale, Pioggia su una Finestra o, ancora più specifico, Pioggia su un Tetto di Lamiera.

Rilassamento spesso è anche sinonimo di meditazione. Se dunque avete trovato un ritaglio di tempo per rilassarvi e darvi alla meditazione, potreste anche optare per la skill Musica Meditazione.

Qualora non aveste richieste specifiche, potete anche puntare sul generico Suoni Rilassanti (“Alexa, avvia Suoni Rilassanti”, oppure “Alexa, chiedi a Suoni Rilassanti di riprodurre il suono del mare”). La skill contiene una raccolta di suoni da usare come sottofondo, come il mare, la pioggia, le cicale e persino il treno e il carillon di Natale. Utili non solo per rilassarsi ma anche per conciliare il sonno.

A proposito di sonno, lo skill store di Amazon propone una gran quantità di suoni adatti per dormire. Tra questi abbiamo Musica rilassante per dormire (“Alexa, avvia musica rilassante”), la cui peculiarità, oltre alla scelta musicale, è la possibilità di settare un timer: una volta che il tempo impostato giungerà al termine, la riproduzione si interromperà in automatico. La vasta scelti di suoni per dormire copre anche fronti non comuni. In questo senso, troviamo Suoni per Dormire: Suono Gregoriano che riproduce per l’appunto un lungo canto gregoriano, o anche Suoni per Dormire: Suoni Medioevali che, come suggerisce il nome, propone melodie a tema medioevale.

Impossibile non menzionare, anche le varie armonie di stampo classico, adatte tanto al rilassamento quanto alla creazione di un ambiente confortevole. Ricordiamo ad esempio Melodie incantate e Radio Symphony, una radio che riproduce 24 ore su 24 la grande musica classica (sinfonica, lirica, da camera e persino rinascimentale e barocca).

5. Collegare Alexa a servizi audio via bluetooth su altri dispositivi

Spotify, TuneIn, Amazon Music, … ecc, sono probabilmente i servizi per ascoltare musica online più conosciuti, ma nulla toglie che tu prediliga altri servizi audio per la riproduzione dei tuoi brani preferiti. Come avrai notato, l’app Alexa consente il collegamento immediato a poche applicazioni specifiche, come fare dunque?

Grazie al collegamento bluetooth, abilitato in tutti i dispositivi Amazon Echo, potrai ascoltare la musica in streaming da un qualunque servizio semplicemente associando un nuovo dispositivo al device Echo. Tutto ciò che dovrai fare è disconnettere i dispositivo bluetooth dal device e pronunciare le parole Connetti dispositivo bluetooth. Recati dunque nelle Impostazioni bluetooth del tuo smartphone, o tablet, e seleziona nell’elenco l’Amazon Echo corrispondente: Alexa ti informerà prontamente se il collegamento è andato a buon fine. Per disconnettere il dispositivo mobile, tutto ciò che dovrai fare è dire Disconnetti. Dopo il primo collegamento, il dispositivo mobile rimarrà associato all’Amazon Echo quindi, se lo vorrai ricollegare al device, dovrai solo pronunciare il comando Connetti.

Altro procedimento è quello che prevede l’intervento dall’app Amazon Alexa.

  1. seleziona la voce Dispositivi e clicca su Echo&Alexa
  2. seleziona il device di interesse
  3. dal menù Dispositivi bluetooth pigia su Associa un nuovo dispositivo

Il device mobile sarà dunque associato ad Alexa. Per fruire di un servizio di streaming musicale diverso da Spotify, tutto ciò che dovrai fare e collegare via bluetooth i due device (Alexa, connettiti al bluetooth) e il gioco è fatto.

6. Quanto costa Amazon Echo?

Esisto in commercio tanti modelli (qui puoi confrontarli tutti), se ad esempio non si è interessati alle soluzioni smart home e si possiede un buon sistema di casse la soluzione può essere Amazon Echo Input. Se non si è dotati di casse e si vuol utilizzare Alexa in un piccolo ambiente la soluzione potrebbe essere Amazon Echo Dot, invece se le esigenze in termini di potenza sonora sono impegnative la scelta va su Amazon Echo, infine, se si vuol creare una casa domotica wireless, oltre che ascoltare buona musica, la soluzione è Amazon Echo Plus.

Ok ma quanto costano?
Qui sotto trovi le migliori offerte di oggi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *