Quale la differenza tra garanzia Italia e europea?

Con l’enorme sviluppo che stanno avendo le vendite online si è consolidata la prassi di cercare un determinato oggetto al prezzo più basso. Ci sono dei famosi siti internet che si occupano proprio di questo aspetto. Spesso e volentieri al prezzo più basso corrisponde anche la Garanzia Europa. Molti utenti si stanno chiedendo quali siano le differenze tra la Garanzia Italia e quella europea, soprattutto nel caso di beni del settore della tecnologia?

Va subito detto che le differenze ci sono e non sono di poco conto.

Il dubbio viene fuori in maniera preponderante quando cerchiamo, appunto, prodotti di alta tecnologia, come i telefonini soprattutto, e ci accorgiamo di sbalzi di prezzo anche notevoli.
La prima differenza si può dire che è proprio questa, il livello dei prezzi del prodotto in vendita. A ben vedere questa però la si può considerare una conseguenza e presto capirai il perché.

Indice:

Quali sono le differenze tra i due tipi di garanzia?

Va subito sfatato un mito relativo alla durata della garanzia. Il termine di 24 mesi minimo, per un prodotto nuovo, è stabilito per legge a prescindere dal fatto che si tratti di garanzia Europa o Italia.

L’acquisto di un prodotto online richiede un tempo fisico per entrarne in possesso. Nel caso di garanzia Italia i giorni di attesa, prima di ricevere un prodotto, sono da 1 a 3 normalmente. Nel caso di garanzia europea i tempi di consegna arrivano a 7 giorni, e in taluni casi anche a 15, ovviamente ci sono eccezioni (si veda ad esempio Amazon Prime).

Un prodotto con garanzia italiana deve avere un manuale di istruzioni nella lingua italiana. Nei prodotti con garanzia europea spesso accade che i manuali e i libretti di istruzione questi siano in Inglese, occorre quindi saper valutare bene questo aspetto se non si conosce la lingua anglosassone, ed il manuale di istruzione sia determinante per comprendere il funzionamento dell’apparecchio.

L’informazione sul tipo di garanzia non è quindi indifferente e nel prossimo punto capiremo meglio il perché. E’ il venditore che ha questa informazione e la deve rendere evidente a beneficio del consumatore. Se non dovesse risultare chiaro occorre valutare la scheda tecnica di prodotto che deve per forza di cosa, contenerla. Come già detto, il prezzo ridotto nella quasi totalità dei casi, per i prodotti tecnologici, indicano che quell’articolo usufruisce di garanzia europea.

Quanto è importante la voce assistenza?

La vera differenza tra garanzia Italia e europea è sull’assistenza. Un prodotto acquistato prevede sempre una modalità di assistenza e questa può incidere sul prezzo stesso. Da ciò si intuisce, in parte, perché gli articoli con garanzia Italia abbiano un livello di prezzi mediamente superiore.

L’assistenza prevista con garanzia Italia è più veloce e facile da attivare. I centri specializzati messi a disposizione sul territorio, sono disponibili sempre ed hanno delle modalità di contatto molto chiare. In situazioni di guasto, sostituzioni o riparazioni, l’intervento è assai più complicato quando abbiamo acquistato un prodotto con garanzia Europa. Le specifiche solitamente si trovano stampate sulla scatola, spesso e volentieri occorre cercare centri di assistenza generici.

I centri assistenza dei prodotti con garanzia Europa potrebbero essere all’estero o limitati sul territorio italiano, tenuto conto che le spese di invio del prodotto difettato potrebbero infine gravare sul cliente, e trattandosi di centri situati all’estero, potrebbero essere non di poco conto.

Un centro assistenza italiano non ha queste preoccupazioni poiché basta recarvisi di persona una volta individuato.

Quindi è importante prima di effettuare l’acquisto distinguere la due modalità del servizio di assistenza, modalità che dipendono dal produttore (ad esempio qualche produttore non fa differenza e mette a disposizione gli stessi centri per entrambe le garanzie).

Riassumendo la differenziazione di trattamento talvolta comporta complicazioni in caso di necessità, e quindi il risparmio in fase di acquisto va commisurata al rischio di ricevere un disagio nei servizi post vendita.

L’informazione sul tipo di garanzia chi deve fornirla?

Ciò di cui abbiamo parlato finora è qualcosa che riguarda la teoria. Purtroppo ci si deve confrontare con le esperienze per capire fino in fondo quali siano le reali differenze tra i due tipi di garanzia. La soggettività è molto alta, per cui non si può a priori dire che sia meglio un prodotto pensato con garanzia per il mercato domestico, anziché uno di importazione da un paese della Ue.

La serietà del centro di assistenza può cambiare anche di molto per cui la scelta del venditore ha un ruolo fondamentale e visto che le segnalazioni (feedback) in rete ci sono, meglio indagare sui casi negativi per avere consapevolezza del tipo di assistenza effettiva.
Se il prodotto è difettato, rotto o non corrispondente alle caratteristiche pubblicizzate si accede all’assistenza solitamente per via del venditore. Questo non fa altro che indicare il servizio di assistenza.

In caso di venditore produttore, le due figure si uniscono e il rapporto con il cliente si semplifica.

Va sempre ricordato che c’è il diritto di recesso o di ripensamento per i primi 14 giorni, a cui il consumatore non è tenuto a dare alcuna spiegazione.

Conclusioni finali

La differenza tra un prodotto con garanzia Italia e europea esiste e in parte giustifica il risparmio nell’ordine del 10%. Per importi considerevoli il vantaggio economico non è da sottovalutare poiché il bene tecnologico che si sta acquistando è in tutto e per tutto uguale a quello destinato al mercato italiano, anche per quanto riguarda la garanzia.

La ragione per cui la quotazione di prezzo sia diversa tra garanzia Italia ed Europa, sta nel livello di assistenza teorica che si presuppone più celere e dedicata se domestica. Fattore marginali che differenzia il tipo di garanzie è la lingua in cui sono scritte le istruzioni d’uso del prodotto.

La garanzia europea è quindi un fattore discriminate quando stiamo acquistando un prodotto tecnologico? Solo in teoria, nella pratica invece ciò che conta è l’efficienza ed allora se bado al prezzo vince il prodotto di importazione, se invece voglio riceverlo in poche ore i prodotti già nel territorio italiano arrivano prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *