Termostato Honeywell Lyric T6: cosa può fare e quanto costa?

Uno tra i termostati smart più interessanti che possiamo trovare sul mercato è Honeywell Lyric T6, il prodotto di punta, più interessante, tra i termostati proposti da Honeywell.

Si tratta di un dispositivo smart, che si collega al cellulare e permette di controllare la temperatura di casa in modo automatico ma anche, e soprattutto, a distanza rispetto a quando siamo a casa: in questo articolo scopriremo quali sono le sue caratteristiche più interessanti e, se si è amanti della tecnologia ma anche del risparmio sulla bolletta del riscaldamento il motivo per cui conviene acquistarlo per sostituire il vecchio termostato standard.

Honeywell Lyric T6

Il dispositivo è un termostato a parete, da inserire nell’alloggiamento in cui si trovava il precedente termostato; è però disponibile anche una variante da tavolo, leggermente più costosa, che comunica in wireless con un’unità (senza display) che sostituirà il vecchio termostato.

Controllato con la corrente elettrica (non a pile) permette di impostare la nostra temperatura preferita e gestirla anche dalla distanza, perché si collega alla rete Wi-Fi di casa, e connettendosi ad internet si possono controllare tutte le sue funzioni anche dall’app per Smartphone.

Lyric T6: il design

termostati smart honeywell lyric t6
Iniziamo spendendo due parole sull’aspetto estetico, molto semplice, del termostato.

Il dispositivo si presenta con un design semplice, minimalista, composto per lo più dal grande schermo centrale con tecnologia touch-screen, esattamente la stessa degli smartphone.

Dopo averlo collegato ai cavi posteriori, con un’operazione di installazione simile a quella di tutti gli altri termostati (vedi video sotto), possiamo iniziare ad utilizzarlo. Al centro troviamo indicata la temperatura, quindi possiamo gestirla attraverso i numerosi menu presenti all’interno della schermata principale. Possiamo anche scegliere di accendere o spegnere la caldaia manualmente, oltre a sfruttare le classiche funzioni di fascia oraria tipiche dei cronotermostati.

La navigazione nei menu è molto semplice, intuitiva, e permette anche a chi non ha installato l’app per smartphone di controllare, in locale, la maggior parte delle funzioni del termostato. Tuttavia, è proprio con l’applicazione che il dispositivo raggiunge il massimo delle sue funzioni.

Le funzioni smart

Una volta installato il termostato, sarà possibile (ed è una delle prime cose da fare per sfruttarlo al massimo) collegarlo alla rete Wi-Fi, quindi all’app per smartphone proposta da Honeywell, gratuita. A questo punto sarà possibile sfruttare tutte le funzioni smart messe a disposizione, che sono:

  • Il controllo a distanza della temperatura: in qualunque momento potremo (come se fossimo sul posto) controllare la temperatura in casa, quindi aumentarla o diminuirla in base alle necessità e alla temperatura esterna (che l’app recupera da internet);
  • Programmazione per fasce orarie e per giorni, che si può fare sia dall’unità che dall’app, identica a quella di un cronotermostato;
  • Geolocalizzazione, ovvero la possibilità di accendere la caldaia solamente quando ci troviamo a casa, cosa che il termostato capisce dalla posizione nostra e degli altri componenti della famiglia (l’app si può installare su più dispositivi dei diversi familiari). Se tutti si trovano a distanza da casa, la caldaia non si accende anche se fa freddo, risparmiando così energia. Si accenderà poi quando ci avvicineremo, in un range di territorio (espresso in chilometri) da indicare all’app;
  • Monitoraggio dei consumi: in ogni momento è possibile sapere quanto è stata accesa la caldaia, e in questo modo si ha un controllo preciso dei consumi (e, conoscendo il costo per SMC e il consumo della caldaia, possiamo sapere che cifra aspettarci in bolletta);
  • Monitoraggio del funzionamento della caldaia: se non funziona, perché la temperatura non aumenta come di consueto, l’app ci avvertirà del probabile guasto.

La connettività

Un paragrafo a parte merita, per questo termostato, la connettività, ovvero la capacità di integrarsi con i diversi sistemi smart Home disponibili sul mercato. Qualunque dispositivi si utilizzino, sarà molto semplice controllare la temperatura in contemporanea agli altri elettrodomestici, perché è presente il supporto a:

  • Apple HomeKit, disponibile per tutti coloro che hanno un iPhone come telefono, o utilizza iPad come tablet;
  • Apple Watch, con un’app dedicata, che consente di controllare la temperatura anche dall’orologio;
  • Google Home, il sistema smart di Google, che può essere controllato dai dispositivi Android;
  • IFTTT, sistema (disponibile su Android) con cui sono compatibili diverse altre applicazioni che possono controllare le funzioni del termostato quando si verificano particolari condizioni;
  • OpenTherm: è lo standard più utilizzato nella gestione del riscaldamento, e permette di far interagire tra loro prodotti (tra cui caldaie o condizionatori) compatibili con questa tecnologia.

Perché dovrei acquistare Lyric rispetto a un termostato economico?

Avendo tutte queste funzioni, il termostato Lyric ha anche un costo da affrontare non proprio economico (vedi più sotto), specialmente se paragonato a termostati “base” dal costo di 20 o 30 euro.

Tuttavia, anche se il prezzo iniziale sembra alto, è possibile risparmiare molto gas (o altra energia se l’impianto non funziona a gas) già in un anno di utilizzo, per aver completamente ripreso l’investimento iniziale nel secondo (ed aver risparmiato anche qualcosa

Quanto costa Honeywell Lyric T6 e dove comprarlo?

Il termostato smart Honeywell Lyric T6 puoi acquistarlo online, presso i distributori di materiale elettrico – automazione o in abbinamento alle offerte di luce e gas di alcuni fornitori. Il prezzo medio è di circa 150-170 euro senza installazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *