Termostato Bticino Smarther

Tra i prodotti tecnologici per la casa intelligente, una particolare categoria è rappresentata dai termostati intelligenti connessi ad internet, dispositivi che possono rendere personalizzata al massimo la gestione della temperatura, calda o fredda, e anche risparmiare sulla bolletta del gas e dell’energia elettrica, se usati nel modo giusto.

In questo articolo parliamo del termostato BTicino Smarther, un prodotto che appartiene ptroprio alla nuova categoria dei termostati intelligenti IOT.

Il termostato BTicino Smarther

termostato connesso bticino smarther
Il termostato Smarther si trova in vendita in due modelli diversi, cioè in versione da parete oppure da incasso. Come funzioni, i due modelli sono identici, per cui bisogna scegliere in base alla posizione e alla struttura del termostato che già abbiamo o del punto di predisposizione dell’appartamento nel caso di nuova installazione.

Una volta effettuato il collegamento, quindi quando abbiamo sostituito con il vecchio termostato (vedi il video sotto che ti illustra come installarlo), potremo iniziare ad utilizzarne tutte le funzioni avanzate. Il termostato può essere collegato sia al generatore di calore (quindi caldaie che funzionano con qualsiasi combustibile) che, per chi ha un condizionatore compatibile (collegamento al termostato con i cavi), anche all’impianto di condizionamento, così che il termostato possa essere utile non solo in inverno ma anche in estate.

Poiché la maggior parte delle persone necessita del collegamento alla caldaia, ci occuperemo principalmente di questo aspetto.

Termostato Smarther: il design

La caratteristica che colpisce maggiormente di questo termostato è il design.

Il termostato è disponibile solo nella colorazione bianca, è touch e le impostazioni si possono gestire con pochi tocchi, attraverso i pulsanti luminosi che appaiono sul display. Dal termostato si può quindi accendere o spegnere la caldaia nel momento, controllare se è accesa, controllare qual è la temperatura di accensione o di spegnimento e modificarla, vedere la temperatura attuale. Il tutto viene fatto tramite semplici tocchi sul display che rendono possibile utilizzarlo anche senza l’applicazione per smartphone.

Tuttavia, il massimo della funzionalità viene raggiunto dal termostato proprio quando collegati alla relativa app per iOS o Android, che permette di personalizzarlo al massimo con la gestione da telefono.

Le funzioni smart

Una volta installato il termostato, collegato alla Wi-Fi di casa (è un dispositivo Internet of Things) e installata l’app per cellulare possiamo iniziare ad utilizzarlo in tutte le sue funzioni, che sono le seguenti:

  • Controllo della temperatura: in qualunque momento, quando siamo fuori, possiamo controllare la temperatura di casa.
  • Programmazione settimanale per fasce orarie e per giorni: come per i cronotermostati, possiamo creare uno “standard” di fasce orarie in cui la caldaia si deve accendere o spegnere.
  • Controllo a distanza: poiché il termostato è collegato ad internet, in qualunque momento e dovunque siamo possiamo controllare se la caldaia è accesa oppure spenta;
  • Geolocalizzazione: nelle fasce orarie stabilite, l’app può vedere in base alla localizzazione (nostra e degli altri componenti della famiglia) se c’è qualcuno in casa. Se tutti sono fuori, la caldaia non si accenderà fino al rientro.
  • Funzione Boost: quando siamo fuori, è possibile utilizzare questa funzione per accendere immediatamente la caldaia per 30, 60 o 90 minuti, quindi farla spegnere automaticamente alla fine. Serve per scaldare la casa rapidamente (si può attivare con il pulsante Play anche direttamente dal termostato).
  • Personalizzazione automatica delle fasce orarie: quando il termostato avrà appreso le nostre abitudini e gli orari di presenza in casa, potrà adeguare automaticamente le fasce orarie al nostro stile di vita.
  • Notifiche personalizzate: quando non siamo in casa e il riscaldamento è acceso perché la “regola” che abbiamo impostato impone di tenerlo acceso, l’app ci invierà una notifica sul telefono chiedendoci se lo vogliamo spegnere per risparmiare energia.
  • Controllo dei consumi: in qualunque momento possiamo controllare quanto la caldaia è rimasta accesa e in quali momenti, tramite grafici dedicati.

Da notare che, se abbiamo più postazioni termostato in casa, l’app è in grado di gestire fino a 4 termostati BTicino così da poter personalizzare al massimo la temperatura in base alle necessità nelle singole stanze.

Quanto costa il termostato Bticino Smarther?

Il termostato Bticino Smarther puoi acquistarlo online, nei distributori di materiale elettrico o tramite un installatore autorizzato Bticino. Il costo medio di fornitura, cioè senza installazione è di circa 150€: cliccando sul bottone qui sotto puoi scoprire le offerte di oggi.

Perché dovrei acquistare Smarther rispetto a un termostato economico?

Una domanda molto interessante, specialmente per chi non è interessato alla “componente tecnologica” dei termostati di nuova generazione, è proprio questa: perché spendere una cifra superiore a cento euro quando esistono termostati tradizionali che ne costano 20?

La risposta, comune a tutti gli altri termostati Smart, è il risparmio. Risparmio che sembra di poco conto, ma c’è basti pensare agli sprechi legati alle accensioni premature o alle accensioni inutili nei giorni in cui si è fuori casa (si pensi ad un termostato che accende sotto i 20 gradi, indipendentemente se c’è qualcuno a casa).

Concludo questa panoramica sul termopstato Bticino Smarther invitandoti a visitare la sezione “Riscaldamento intelligente” dove troverai le soluzioni smart per riscaldare la tua casa risparmiando energia a pearità di comfort.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *