Smartphone LG Q7

Il 2018 non è stato uno dei migliori anni per LG, almeno per quanto riguarda il settore della telefonia mobile. Fondamentalmente se nel 2017 l’azienda ha tirato fuori dal cilindro diversi smartphone validi, l’anno scorso l’azienda si è un po’ persa realizzando dispositivi che non hanno mai convinto pienamente il mercato. LG Q7 è indubbiamente lo smartphone che esprime al meglio questo concetto.
lg Q7

Di fatto LG Q7 potrebbe essere uno smartphone quasi perfetto: come il suo precedessore è un dispositivo molto ben ottimizzato a livello di design e nonostante un display da 5,5 pollici è davvero molto compatto. Probabilmente è l’unico smartphone di fascia media a poter vantare non solo la certificazione IP68 ma anche la certificazione militare MIL-STD-810G. Ed è anche uno dei pochi medio gamma a poter vantare la porta USB Type-C, la connettività NFC, il jack audio da 3,5 mm, la radio FM con DTS Audio Surround.

Allora qual è il problema? Il processore! Purtroppo LG Q7 arriva in Italia con a bordo un processore Mediatek che di fatto con i suoi problemi di surriscaldamento e scarsa ottimizzazione compromette le prestazioni generali dello smartphone nell’uso quotidiano. Di per sé l’azienda potrebbe migliorare l’efficienza del processore con una serie di aggiornamenti software mirati, ma sappiamo come bene come la presenza di un SoC Mediatek di fatto resti ancora nel 2019 un problema grave per la gestione degli aggiornamenti.

Per cui fondamentalmente con una scelta sbagliata del processore, LG ha rovinato uno smartphone che sarebbe potuto diventare un best buy della sua categoria visto che non esistono altri medi gamma che non rinuncino a qualcosa.

D’altra parte questo problema non ha fatto altro che accelerare la svalutazione online di questo smartphone che si trovava su Amazon facilmente a circa 150 euro, un prezzo davvero molto basso per uno smartphone che offre una scheda tecnica da fascia superiore.

  • Sistema Operativo Android 8.0 Oreo
  • Display da 5,5 pollici FullVision con risoluzione Full HD+ (1.080 x 2.160 pixel) con 442 ppi
  • Processore Mediatek MT6750S Octa-Core a 1,5 GHz
  • RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 32 GB espandibile con microSD
  • Fotocamera posteriore da 13 MP
  • Fotocamera frontale da 8 MP
  • Connettività Dual SIM, 4G LTE, WiFi 802.11 b/g/n mono band, Bluetooth 4.2, NFC, GPS, USB Type-C 2.0
  • Certificazioni: IP68 e MIL-STD 810G
  • Batteria: 3.000 mAh con ricarica rapida
  • Dimensioni: 143,8 x 69,3 x 8,4 mm
  • Peso: 145 g
  • Processore a parte, siamo di fronte ad uno smartphone che ad un prezzo di circa 150 euro offre delle cose introvabili in questa fascia di prezzo, ossia le certificazioni IP68 e MIL-STD 810G, l’NFC e la porta USB Type-C. Per questo motivo non esiste un vero e proprio competitor per la fascia di prezzo. Inoltre il comportamento del processore era intollerabile per uno smartphone lanciato a 349 euro, ma a 200 euro in meno e in una fascia molto più bassa i difetti diventano molto più tollerabili e chi preferisce la completezza alle performance e gli smartphone compatti ai “padelloni” farebbe bene a tenere presente LG Q7.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *