Deezer: ascolta la musica che vuoi, quanto vuoi tu

deezer musicSei alla ricerca di un servizio che ti permetta di ascoltare la tua musica preferita in maniera totalmente gratuita? Deezer è senz’altro ciò che fa per te. È uno dei servizi di music streaming più famosi al mondo eppure è spesso offuscato da applicazioni ad esso molto simili e altrettanto famose, come Spotify.

Disponibile sia su smartphone che su pc, consente la creazione di playlist personalizzate da portare sempre con te e la riproduzione di brani casuali. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come funziona.

Cosa è Deezer

Deezer è un servizio di streaming musicale che ti consente di ascoltare qualsiasi brano ovunque ti trovi e quando vuoi. Dispone di una catalogo composto da oltre 53 milioni di brani, uno dei più ricchi e variegati al mondo. Accedendo alle sue funzionalità puoi usufruire di playlist pre-confezionate, ognuna con un tema ben specifico che ben si adatta a qualunque tuo umore, oppure puoi facilmente creartene una tua, aggiungendo i brani che preferisci.

Ciò che contraddistingue Deezer dalla sempre più agguerrita concorrenza, è la funzione Flow. L’applicazione punta infatti molto sulla comprensione dei gusti dei suoi utenti, in modo da fornire loro i brani più adatti senza che debbano andare a cercarli all’interno del catalogo. Si può dire che Flow, con il tempo, impara a conoscere i tuoi gusti e ti propone la musica più adatta alle tue preferenze, oltre che consigli sulle novità ed artisti emergenti.

Deezer fornisce inoltre i testi dei brani che stai ascoltando. Le parole infatti appariranno sulla schermo e potrai darti al karaoke senza inventarti le parole!

Come funziona

Deezer è disponibile sia su mobile (Android ed Apple) che su pc (non è un software ma una semplice pagina web). In entrambi i casi occorre la registrazione al servizio (tramite social oppure mediante mail).

Per quanto riguarda la versione mobile, la sua schermata è estremamente intuitiva. Una volta aperta l’app vengono mostrate tutte le caratteristiche cui puoi accedere. Per dare il via allo streaming, nella versione gratuita, dovrai pigiare su Ascolta in modalità casuale, tenendo tuttavia presente che alle volte la riproduzione potrebbe essere interrotta da brevi pause pubblicitarie. Se vorrai aggiungere un brano alla tua playlist dovrai cliccare sulla voce Aggiungi a una playlist. La modalità Flow è disponibile anche nella versione gratuita: per insegnare all’app quali sono le tue preferenze dovrai solo cliccare sull’icona del cuore, se il brano è di tuo gradimento, oppure sulla X, se invece non rientra nei tuoi gusti.

Utilizzare Deezer da desktop è altrettanto semplice e ha le stesse funzionalità principali del suo corrispettivo mobile. Anche in questo caso, con la versione gratuita è disponibile solo l’ascolto di musica casuale che, di tanto in tanto, sarà interrotto da banner o annunci pubblicitari.

Abbonamento a Deezer

Dezzer è disponibile gratuitamente ma con delle limitazioni:

  • sono presenti annunci pubblicitari
  • consente solo la riproduzione casuale di brani
  • l’ascolto della musica può avvenire solo online

Per ovviare a questi problemi, Deezer mette a disposizione due tipologie di abbonamento: Premium e Family.

Con l’abbonamento Premium, al costo promozionale di 0,99€ per 3 mesi (portato poi a 9,99€/mese alla scadenza dell’offerta), avrai:

  • musica illimitata
  • nessuna pubblicità
  • possibilità di ascoltare i brani anche offline

Con l’abbonamento Family, disponibile al prezzo di 14,99€/mese, avrai gli stessi vantaggi dell’abbonamento Premium ma in più ti è concesso collegare all’account ben 6 profili diversi.

Deezer e la concorrenza

Come affermato all’inizio, Deezer è conosciuta in tutto il mondo e vanta milioni di utenti registrati ma la sua fama è spesso eclissata da quella di altri servizi simili. Primo fra tutti, il suo concorrente più diretto, Spotify. Le differenze con quest’ultimo sono minime: interfaccia simile, prezzi premium simili, stessa possibilità di creare playlist e versione gratuita (necessariamente) castrata. Andando a scovare più nello specifico, l’unica vera grande differenze tra i due servizi sta nell’ampiezza del catalogo musicale: 30 milioni di brani nella versione Premium di Spotify, contro gli oltre 53 milioni di Deezer accessibili anche gratuitamente.

Gli altri concorrenti di Deezer, anche se in misura minore, sono: Apple Music (per ovvi motivi attinge all’ampio bacino di utenti Apple), YouTube Music (valida alternativa, in continua e costante crescita nel nostro Paese) e Tidal (più piccolo dei servizi precedenti, è il servizio di proprietà di Jay Z).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *