Differenze tra smartphone Xiaomi Cina e Global

Gli utenti appassionati di tecnologia che amano informarsi in Internet sui vari blog e forum conoscono molto bene il marchio Xiaomi. In fondo questa azienda cinese iniziò a distinguersi con una serie di smartphone caratterizzati da un rapporto qualità/prezzo imbattibile come lo Xiaomi Mi 3 o lo Xiaomi Mi 4. Questi due smartphone infatti sembravano dover aprire le porte europee per Xiaomi, ma poi qualcosa è andato storto e sono passati diversi anni prima che lo sbarco nel Vecchio Continente avesse luogo.

A fine 2017 ci sono stati i primi movimenti in questo senso e nel 2018 Xiaomi ha ufficializzato l’arrivo in Italia con l’apertura di uno store fisico in Italia ma soprattutto con l’avvio di una distribuzione anche nei canali online. Ci sono varie opzioni in questo senso dato che c’è il canale http://mistoreitalia.com/ ma è possibile fare acquisti anche da Unieuro e su Amazon.
xiaomi mi store italia

Tuttavia, ci sono anche altri store che vendono prodotti Xiaomi, e lo fanno generalmente a prezzi più bassi. In questo articolo cercheremo di capire le varie differenze.

Innanzitutto, Xiaomi è un’azienda cinese, ed ha proprio nel mercato cinese il suo “focus” principale. Questo significa che, a contrario di altri produttori, non tutti gli smartphone lanciati in Cina vengono poi ufficializzati anche in Europa. Alcuni dispositivi, infatti, non saranno disponibili negli store fisici italiani perché fondamentalmente non dispongono nemmeno di una versione del sistema operativo con la lingua italiana e i servizi del Google Play Store.

Acquistare uno Xiaomi per il mercato cinese è possibile

Questo non significa che non potrete acquistare uno di questi smartphone. Infatti potrete farlo tranquillamente acquistando direttamente dalla Cina. Alcuni negozi molto famosi nel settore sono Gearbest, Bangoood, LightintheBox ecc. Acquistare uno smartphone Xiaomi con queste modalità permette quasi sempre di risparmiare parecchio in fase di acquisto. Gli svantaggi consistono generalmente in tempistiche di spedizione molto lunghe, rischi di stop alla dogana o comunque tasse extra, ma soprattutto in una servizio di assistenza post-vendita più difficoltoso dato che in caso di problemi dovrete comunicare con operatori non italiani (generalmente le comunicazioni devono avvenire in lingua inglese) e dovrete rimandare il prodotto in Cina a vostre spese.

E al di là della difficoltà è dei costi eventuali, c’è sempre un discorso di tempistiche da dover considerare: considerando che perfino l’assistenza italiana a volte impiega più di una settimana per riparare un prodotto, siete disposti ad attendere anche un mese per riparare il vostro smartphone?

Ci sono poi delle soluzioni intermedie: comprare un prodotto dalla Cina ma tramite e-commerce che operano in Italia e quindi forniscono i canonici 24 mesi di garanzia sul suolo italiano e dispongono di un servizio clienti in grado di comunicare con voi nella vostra lingua. Alcuni dei negozi più famosi di questa categoria sono: Grossoshop, Honorbuy, Geekmall, ecc,

In questo caso il risparmio rispetto ad un ecommerce cinese è sicuramente inferiore ed in alcuni casi se si tratta di un prodotto “Global” il prezzo potrebbe essere addirittura simile a quello che troveremmo magari su Amazon. Potrebbe invece esserci un notevole risparmio acquistando uno smartphone con a bordo la MIUI China.

Differenze tra Xiaomi MUI China e MUI Global

Ed eccoci arrivati dunque alla domanda che tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo Xiaomi si chiedono: che differenza c’è tra una MIUI cinese e una MIUI Global? Per quanto il nome stesso della MIUI potrebbe suggerire una differenza legata alla lingua della stessa, in realtà le differenze sono diverse.

Una MIUI cinese generalmente ha due sole lingue di sistema: il cinese e l’inglese. I rapporti tra Cina e Google sono molto complessi ed infatti gli smartphone progettati per essere venduti esclusivamente in Cina non dispongono dei servizi Google. Questo non solo significa che non troveremo il Play Store a bordo, ma che non potremo neppure utilizzare tutte le Google Apps che funzionano tramite Google Play Services. Inoltre la MIUI China contiene una serie di applicazioni che in Italia non solo non funzionano ma essendo esclusivamente in lingua cinese non serviranno a nulla ed occuperanno inutilmente spazio sul nostro smartphone.

A differenza della MIUI China, la versione Global della MIUI dispone di tutte le lingue che troveremo su qualsiasi altro smartphone Android, dispone del Play Store e di tutti i servizi Google ad esso connessi e non presenta gli (per noi) inutili software cinesi a bordo.

Una cosa da tenere in considerazione riguarda una novità che è entrata in vigore nelle ultime settimane: gli smartphone con rom China non potranno effettuare il passaggio ad una rom Global e viceversa. Questo ovviamente è un problema aggirabile tramite lo sblocco del bootloader, ma quest’ultima è una procedura complessa adatta solo per gli utenti più smanettoni.

In definitiva, la soluzione più semplice per gli utenti poco esperti e/o che desiderano avere uno smartphone pronto all’uso fin da subito è quello di acquistare un dispositivo con la dicitura “Global”.

Come riconoscere Xiaomi China e Xiaomi Global?

In questo articolo sono state citate tre tipologie di negozio: negozio cinese operante in Cina ma che spedisce in Italia, negozio cinese operante in Italia e negozio italiano che vende prodotti disponibili ufficialmente in Italia. Tutti e tre questi tipi di negozi vendono smartphone Xiaomi con dicitura “Global”, ma nel caso dei negozi che importano prodotti dalla Cina occorre fare molto attenzione visto che generalmente vendono anche prodotti “China version”.

Generalmente i due prodotti si riconoscono facilmente a causa delle differenze di prezzo. Uno smartphone Xiaomi “Global” costa sempre un po’ di più rispetto ad un “China version”, ma questa differenza di prezzo è ben giustificata dalla comodità di avere un sistema operativo pronto all’uso.

Gli utenti che pensano di procedere con operazioni di modding come lo sblocco del bootloader e l’installazione di custom rom potrebbero preferire l’acquisto in un negozio cinese che permetta di risparmiare il più possibile. Ma se i termini appena citati per voi sono incomprensibili l’acquisto di uno smartphone Xiaomi con rom “Global” è praticamente una scelta obbligata. La scelta del negozio, invece, generalmente dipende da quanta importanza date al servizio di assistenza post-vendita. Il servizio “venduto e spedito da Amazon” comporterà probabilmente una spesa nettamente superiore rispetto all’acquisto da un negozio cinese, ma in caso di problemi la procedura di assistenza sarà completamente diversa, e nettamente a favore di Amazon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *