Cuffie over the ear: caratteristiche, modelli e offerte

Il mondo delle cuffie è variegato, ne esistono di diversi tipi ed all’interno di una stessa categoria ci sono ulteriori suddivisioni (scopri tutte le categorie). Quando si parla di qualità del sonoro in termini assoluti ci si riferisce ad un particolare modello chiamato Over-Ear o anche Over The Ear, Around-ear e circumaurali.

cuffie over the ear beats studio 3

Scopriamo dunque in questa guida le caratteristiche deve avere una buona cuffia over ear e i modelli più interessanti del momento per ogni fascia di prezzo.

Elenco dei contenuti della guida:
1. I diversi modelli di cuffie Over-Ear
2. I tipi di connessione della cuffia al device
3. Le caratteristiche audio
4. Cuffie consigliate: modelli, prezzi e offerte
5. Conclusioni finali

1. I diversi modelli di cuffie Over-Ear

Questo genere di cuffie circondano per intero l’orecchio realizzando in tal modo l’isolamento acustico attraverso la barriera che offre la scocca della cuffia e non mediante sistemi elettronici di cancellazione del rumore, come accade con il sistema ANC (Active Noise Control).

La dimensione permette poi di realizzare un altro obiettivo, che è quello di regolare meglio il tono dei bassi proprio perché l’altoparlante è di buone dimensioni.
Questi modelli sono consueti degli studi di registrazione e comunque in ambito professionale, la loro diffusione le ha portate anche nelle case.

Come detto i modelli di cuffie sono diversi poiché all’interno di una stessa categoria ci sono ulteriori differenziazioni. Le Over-Ear possono essere aperte o chiuse, oppure semi aperte.

1.1 Over-Ear aperte

Nei modelli aperti le cuffie tentano di riprodurre i suono in maniera più naturale possibile. Il sonoro viene espanso e non rimane all’interno della scocca. La percezione dei particolari si avverte attraverso la distinzione delle frequenze. Sono le preferite dai professionisti e per questo motivo sono diffuse soprattutto negli studi di registrazione. Per contro non godono di isolamento acustico, per cui in luoghi dove è opportuno isolarsi occorre scegliere il modello che segue.

1.2 Over-Ear chiuse


La scocca è pensata soprattutto per proteggere dai rumori che provengono dall’esterno, per cui il sonoro viene ricondotto tutto all’interno. Si perde in ampiezza del suono ed i bassi si avvertono preponderanti. Si tratta quindi di modelli che si scelgono non per la particolare qualità del suono ma per rimanere concentrati sul suono senza disturbi esterni.
Possono risultare utili in ambito ascolto musica, per i generi che prediligono le frequenze basse.

1.3 Over-Ear semi-aperte

Esiste sempre la via mediana per cui si gode di ampiezza del suono e si ha un certo isolamento acustico. Per uso casalingo hanno una certa valenza.

2. Tipo di connessione della cuffia al device

Tutti i generi di cuffie possono essere collegate tramite cavo oppure wireless. La differenza tra le due tipologie comporta una differenza di qualità a favore di quelle che usano il cavo, per il semplice motivo che un cavo schermato non subisce interferenze che sono invece consuete con le connessioni wireless.

La differenza non è di poco conto se si pensa ai dispositivi che abbiamo in casa e che tutti hanno connessioni e trasmissioni on-air.

Detto questo non si può negare la comodità di utilizzo di cuffie che non devono avere l’intralcio del cavo (si pensi ad un film visto comodante sul divano), allo stesso tempo occorre dotarle di alimentazione autonoma.

2.1 Cuffie con cavo: quali gli attacchi disponibili?

Il cavo di collegamento può essere il classico USB, il Type-C, il Mini Jack che si ha in versione 3,5 mm valido per quasi tutti gli utilizzi ad eccezione degli amplificatori e degli strumenti musicali che necessitano del 6,35 mm.

Quindi al momento dell’acquisto bisogna capire quale tipo di attacco scegliere: e se si hanno device con attacchi diversi?

Nessuna paura esistono gli adattatori, anzi alcune cuffie offrono di serie degli adattatori che consentono di collegare la stesa cuffia ad uno smartphone (jack unico per microfono e altoparlante) oppure ad un computer con ingressi separati per audio e microfono.

2.2 Cuffie senza fili: quali le tecnologie wireless?

Le connessioni senza cavo possono a loro volta dividersi in Infrarossi, Radio frequenza e Bluetooth.

Va detto che attualmente queste ultime (Bluetooth) sono le più utilizzate poiché tutti gli strumenti di ultima generazione ne sono dotati e non richiedono impostazioni complicate. Il raggio di azione rimane all’interno dei 10/15 metri in linea d’aria.

Le infrarossi rimangono relegate ad alcuni modelli passati e praticamente sono cadute in disuso.

La radio frequenza è utilizzata per ampliare il raggio d’azione che supera i 100 metri. Questo vantaggio paga lo scotto delle interferenze.
Molte delle cuffie Over-Ear hanno la doppia connessione a disposizione per assicurare il massimo confort in caso di spostamento.

3. Le caratteristiche audio: impedenza – sensibilità – risposta in frequenza

Il cuore delle cuffie sta nelle caratteristiche tecniche che assicurano la qualità effettiva del suono. Le principali sono l’Impedenze, la Sensibilità e la Risposta in frequenza:

3.1 Impedenza

Le cuffie Over-Ear sono ricercate per la qualità del suono che sanno riprodurre, la misura dell’impedenza offre un buon metro per decifrare la qualità sonora che dipende molto anche dalla sorgente che lo produce.

Ma come scegliere il valore giusto di impedenza?
Dipende dalla potenza sonora disponibile: uno smartphone o un device portatile in genere ha a disposizione una potenza bassa (bisogna salvaguardare la carica del device), mentre un hifi ad esempio può fornire una potenza alta.

Se ascolti la musica con smartphone o device mobili dovrai scegliere una cuffia ad impedenza bassa, cioè compresa in un range di 16-32 Ohm. Per sistemi di ordine superiore, come un hi-fi professionale si arriva anche ai 600 Ohm.

3.2 Sensibilità

Si misura in decibel dB e viene associata alla potenza del suono in assenza di distorsioni. 90 dB sono già un volume qualitativo buono anche se si sconsiglia di sentire la musica a volume elevato causa danneggiamento dell’orecchio.

La qualità delle cuffie permette di godere dell’ampio spettro sonoro senza dovere per forza incrementare il volume.

3.3 Risposta in frequenza

La fedeltà del suono dipende da quante frequenze la cuffia Over-Ear è capace di coprire. Tale misurazione si esprime in termini di Hz. Occorre partire da un dato di base che si rifà alla capacità dell’orecchio umano di percepire le diverse frequenze. Il range va dai 20 fino ai 20.000 Hz. Va detto che il range offerto dai migliori modelli, superano questa forbice per arrivare comodamente alle frequenze udibili.

Lasciando perdere quelle poche che coprono da 5 a 50.000 Hz, una ottima cuffia copre dai 10 ai 30.000 Hz.

4. Cuffie consigliate: modelli, prezzi e offerte

Dare un idea di costo di una cuffia on ear e alquanto difficile poichè come avete visto prima esistono tutta una serie di caratteristiche che posso far variare il prezzo. Qui di seguito ti riporto una selezione di cuffie di diversa fascia di qualità, corredata da una mini recensione e le offerte del giorno.

4.1 Sony MDR-ZX110

Cuffie around ear Sony
Le cuffie over the ear sono disponibili in varie fasce di prezzo ma per tutti coloro che non hanno grandi necessità possono bastare poco più di 10 euro. Le cuffie Sony MDR-ZX110 costano su Amazon circa 10 euro e sono spesso in offerta. Le oltre 2000 recensioni positive sono una conferma di come si possano acquistare prodotti validi anche con una piccola spesa economica. Ovviamente la qualità del suono non sarà eccellente ma dopotutto stiamo parlando di un prodotto molto economico. Tra i punti deboli evidenziati nelle recensioni si può notare lo scarso isolamento acustico (spesso chi compra questa tipologia di cuffie lo fa proprio per l’effetto ovattato che si viene a creare) e la scarsa comodità dell’archetto che non è rivestito. In compenso però i padiglioni sono ruotabili e questo è un vantaggio per quanto riguarda il trasporto.

4.2 Mixcder E7 (ANC)

Cuffia Mixcder E7 (ANC)
Il marchio è poco noto ma spesso queste cuffie finiscono tra i prodotti in offerta lampo su Amazon. Sono delle cuffie di discreta qualità sia per quanto riguarda l’ergonomia che per la possibilità di utilizzarle con la tecnologia Bluetooth e la funzione di riduzione attiva del rumore per tantissime ore. Tuttavia, la qualità sonora non è delle migliori (con un equalizzatore sul vostro smartphone potreste migliorare un po’ la resa) e l’isolamento acustico è limitato (solo 8 dB). Tuttavia costano poco più di 50 euro e con le offerte lampo si scende a circa 35/40 euro. Non male per delle cuffie Bluetooth con riduzione del rumore.

4.3 Sony MDR-XB950B1

cuffie Sony MDR XB950B1
Qui il budget cresce un po’ e bisogna affrontare una spesa di circa 100 euro. Tuttavia, qui cominciamo ad addentrarci nel mondo delle cuffie con riduzione attiva del rumore. E come tutte le cuffie economiche con tecnologia ANC non ci si può sottrarre allo sbilanciamento dei bassi che rende le cuffie poco adatte agli audiofili.

4.4 Bose Cuffie QuietComfort 35 II

cuffie bose QuietComfort 35 II
Alcuni siti classificano queste cuffie come delle on-ear ma in realtà i padiglioni sono abbastanza generosi, anche perché siamo di fronte a delle cuffie che sono tra le migliori per quanto riguarda le cuffie con cancellazione attiva del rumore. Di fatto la line-up QuietComfort di Bose è l’unica concorrente di Sony nella fascia premium delle cuffie Bluetooth. Il prezzo ormai si aggira al di sotto dei 300 euro anche se è più facile trovare le cuffie QuietComfort 25 in offerta su Amazon.

4.5 Sony WH-1000XM3

cuffia Sony WH 1000XM3
Sono cuffie wireless estremamente costose ma ad oggi sono probabilmente le migliori cuffie in circolazione perché oltre ad essere il punto di riferimento tra le cuffie con riduzione attiva del rumore (hanno anche un chip dedicato che permette di isolare acusticamente senza compromettere la qualità audio) dispongono anche di funzioni intelligenti e smart per migliorare la resa audio in base all’utilizzo del singolo utente. Unico difetto: costano quasi 400 euro e si possono trovare a circa 370/380 euro su Amazon. Un prezzo sicuramente elevatissimo ma che può essere giustificato per chi vuole ascoltare musica di qualità in ambienti rumorosi o semplicemente vuole godersi la musica isolandosi (nel vero senso della parola dal mondo).

5. Conclusioni finali

Scegliere delle buone cuffie Over-Ear non è semplice se non si conoscono le caratteristiche principali e i diversi modelli. Occorre capire la loro destinazione per non correre il rischio di eccedere oppure di ritrovarsi con un prodotto che non può realizzare le nostre aspettative.

Per uso domestico generalmente si opta per i modelli semi aperti, utili in diverse condizioni. La sorgente sonora ha la sua importanza, uno smartphone non richiede grandi caratteristiche tecniche ed il suono in partenza (Mp3) non può essere espanso più di tanto.
Con un po’ di lungimiranza e passione, scegliere dei modelli con caratteristiche superiori le rendono scalabili e questo non guasta mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *