Come vedere Netflix su un TV non Smart

In pochi anni Netflix, azienda praticamente sconosciuta nel nostro paese fino a qualche tempo fa, è diventato uno dei leader dell’intrattenimento multimediale, riuscendo a “spostare” anche nel nostro paese l’attenzione di colossi storici come Sky o Mediaset.
netflix

Il prezzo economico, la ricchezza dei contenuti, la loro qualità e anche il fatto di essere compatibile con tantissimi dispositivi ha fatto sì che la sua diffusione fosse davvero alta.

Tra i dispositivi compatibili ci sono praticamente tutti i modelli di smart TV, dispositivo che però non tutti hanno in casa: per questo, in questo articolo ci siamo chiesti come sia possibile vedere Netflix su una TV non smart. Le possibilità sono diverse: scopriamole.

Google Chromecast

Per utilizzare Chromecast non è necessario avere una smart TV, perché è sufficiente un cellulare (con iOS o Android), una connessione Wi-Fi in casa e una TV che abbia un ingresso USB e un HDMI (si trovano facilmente anche su TV non smart).

Con questo sistema, collegando la chiavetta Google alla TV, è possibile avviare l’app Netflix sul cellulare, quindi inviare il segnale al Chromecast: aprendo il canale dedicato sul televisore sarà possibile vedere su TV i contenuti che, normalmente, si vedono sullo smartphone.

Amazon Fire Stick

A differenza di Google ChromeCast, Amazon Fire Stick non si limita a trasmettere i contenuti riprodotti sul telefono, ma è un piccolo dispositivo a sé stante, su cui si possono scaricare diverse applicazioni: una di queste è proprio Netflix.

Una volta acquistato e configurato, è molto semplice vedere i programmi: è sufficiente scaricare l’app Netflix e navigare fino al contenuto che preferiamo, che vedremo direttamente sul televisore (vederlo sul televisore è l’unico modo di usare Fire Stick).

In questo caso è necessario che la TV abbia, anche in questo caso, la porta HDMI e possibilmente una MicroUSB, ma quest’ultima può essere sostituita dalla presa a muro perché serve solo per l’alimentazione.

Box TV Android

Gli Smart Box sono piccoli dispositivi, economici, che si basano sul sistema operativo Android e che si possono collegare al televisore funzionando come se fossero degli smartphone (con lo schermo che è quello del televisore).

In questo modo è possibile accedere a Play Store, quindi scaricare l’app Netflix e utilizzarla, proprio come si può già fare su smartphone. Come collegamenti, è necessaria anche in questo caso la porta HDMI, e poi la presa elettrica per l’alimentazione.

In questo caso, però, attenzione alla compatibilità: l’app viene costantemente aggiornata e, man mano, viene a mancare la compatibilità con i Box Android più vecchi. Il consiglio è quello di scegliere un box che abbia almeno Android 5.0 come versione, per evitare che nel giro di pochi mesi l’app perda la sua compatibilità o che non ce l’abbia fin dall’inizio.

Apple TV

Si tratta sempre di un box TV, proposto stavolta da Apple.

E’ dotato di un sistema operativo proprio, che si chiama TVoS, ha uno store di applicazioni dedicato ed è possibile scaricare Netflix tra le diverse applicazioni disponibili.

Attenzione, però: lo store è disponibile unicamente su Apple TV di quarta generazione, altrimenti il collegamento è più complesso (bisogna effettuare uno streaming esclusivamente da iPhone o iPad).

Per utilizzarla è necessario anche in questo caso la porta HDMI e l’alimentazione elettrica.

Collegamento di un PC

E’ una delle soluzioni più universali, ma anche una delle più difficoltose.

Si tratta di connettere fisicamente (cioè esclusivamente con un cavo) il computer (il case del computer per i fissi, tutto il computer per i portatili) al televisore, così da trasmettere il segnale dello schermo alla TV.

Dovendoli collegare con i cavi, questi dispositivi devono essere materialmente vicini, quindi sulla TV comparirà il desktop del computer e potremo navigare in internet, accedere al sito ufficiale Netflix e quindi vederne i contenuti.

Macchinosa e difficile per i collegamenti, questa procedura permette di utilizzare non solo il collegamento HDMI ma anche il VGA o addirittura la “vecchia” presa SCART. Il computer, naturalmente, deve avere la propria alimentazione.

Smartphone o Tablet

Per effettuare lo streaming da Smartphone o Tablet ci sono generalmente soluzioni dedicate come Chromecast o Apple TV (per iPhone o iPad), di cui abbiamo già parlato.

Tecnicamente, però, è possibile utilizzare un cavo compatibile (Lightning-HDMI per iPhone/iPad, MicroUSB o USB_C-HDMI per Android) per effettuare lo streaming dello schermo del device sul televisore, quindi collegando con un cavo è possibile vedere su TV tutto ciò che passa sullo schermo, tra cui Netflix.

E’ una soluzione macchinosa e non permette di usare lo smartphone mentre questo è collegato al televisore; inoltre bisogna fare attenzione a trovare il cavo adattatore compatibile con lo smartphone e con la TV che abbiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *