Come scegliere una cover per smartphone?

Avete appena acquistato uno smartphone bellissimo ma molto costoso e con materiali poco resistenti? Beh siete in buona compagnia. Fatta eccezione per il nuovissimo Pocophone F1 che sacrifica la qualità dei materiali a favore di una scheda tecnica all’ultimo grido, la maggior parte degli smartphone ormai utilizza una scocca posteriore in vetro o in alluminio.
Sicuramente questi tipi di materiali sono molto più piacevoli esteticamente, ma dimentichiamoci dei “voli” che abbiamo fatto fare ai vecchi Nokia con cover intercambiabile.

Se vogliamo proteggere il nostro smartphone da cadute e graffi dovremo ricorrere necessariamente ad una cover protettiva. La scelta non è semplice perché ci sono vari modelli tra cui scegliere a cominciare dal design.

Cover a libro o flip cover

cover libro o flip cover
Partiamo dalla mia preferita: la flip cover, chiamata anche ”cover a libro” o “cover a portafoglio”. Questo tipo di cover ha diversi aspetti positivi ma ne ha uno negativo che per qualcuno potrebbe essere determinante: una volta chiusa la cover non si capirà se il vostro smartphone sia un iPhone XS Max o un vecchio Nokia Lumia. Nascondere completamente un prodotto da 1000 e più euro in una cover a libro da 10 euro può essere poco piacevole per chi considera lo smartphone un oggetto da esibire.

I vantaggi però sono diversi: una cover a libro protegge praticamente ogni lato dello smartphone grazie ad un bumper interno (generalmente in TPU morbido) mentre il display viene protetto da una custodia esterna sulla quale troviamo anche il gancio magnetico per l’apertura e la chiusura della stessa.

Il materiale della custodia esterna può essere di tessuto, di cuoio o anche di pelle/similpelle, ma in ogni caso il materiale utilizzato è una questione di scelta di gusti. Tecnicamente il compito di proteggere lo smartphone durante una caduta spetta al bumper interno mentre la custodia serve soprattutto per evitare di graffiare il display quando mettiamo lo smartphone in tasca, magari nella stessa tasca dove inseriamo anche le chiavi.

L’ultimo vantaggio è la funzione di “stand”. In pratica, con una cover a libro potete anche posizionare lo smartphone su un tavolo inclinando il display in varie posizioni in modo da poter visualizzare un video senza tenere lo smartphone in mano o per condividere la visualizzazione con più persone.

Come potete vedere la cover a libri presenta davvero tanti vantaggi ma esteticamente non è poi così piacevole (anche se ci sono alcuni servizi online che permettono di disegnare le proprie cover per poterle personalizzare e “abbellire”). Inoltre dovete mettere in conto un aumento sia di peso che di dimensioni.

Il bumper come alternativa

cover bumper
Se questo elogio della flip cover non vi avesse convinto, ci sono altre soluzioni: la prima è il bumper. Ogni cover a libro contiene al suo interno un bumper, ma in commercio troverete anche dei bumper “singoli” grazie ai quali con una spesa inferiore ai 10 euro potrete proteggere i bordi e il retro del vostro smartphone in caso di cadute.

Il bumper può essere in TPU morbida o in TPU rigida, può essere trasparente oppure colorato ma in ogni caso questa soluzione permette di non aumentare troppo le dimensioni e il peso dello smartphone. Inoltre una cover di questo genere aiuta a risolvere il problema delle fotocamere posteriori sporgenti, un difetto che si trova su un numero sempre maggiore di smartphone.

Lo svantaggio è che il display non viene protetto dai graffi (quindi è necessaria una pellicola protettiva). Per quanto riguarda le cadute un minimo di protezione viene comunque offerta ma dipende molto dall’entità della caduta e soprattutto della superficie in cui atterra lo smartphone.

Ci sono poi altri tipi di cover a seconda dei materiali utilizzati (alcune sono molto più sicure ma sono anche molto vistose e adatte principalmente per chi usa lo smartphone in un cantiere o in altri posti di lavoro dove lo smartphone è soggetto a grossi rischi in caso di
caduta), ma generalmente rientrano tutte in queste due categorie.

Quanto costa una cover di qualità?

Una cover originale può costare anche 50/60 euro, ma online è possibile trovare cover di buona qualità spendendo circa 10/20 euro. Se le comprerete su Amazon essendo iscritti ad Amazon Prime non dovrete neppure pagare le spese di spedizione, a patto che queste siano almeno spedite da Amazon. Inoltre questa modalità di acquisto vi permetterà di ricevere la cover in due o tre giorni, ma la soluzione migliore è quella di acquistare la cover direttamente con lo smartphone in modo da evitare rischi di ogni sorta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *