Auricolari o cuffie in ear

Chiunque abbia uno smartphone oppure un lettore mp3 sicuramente utilizza degli auricolari. Questi ultimi sono chiamati sul mercato anche cuffie in-ear (scopri le differenze trai vari tipi di cuffie) e se ne possono trovare di diversi tipi, per forma, per materiale, ma anche per il tipo di collegamento alla sorgente sonora. In quest’articolo troverai una selezione di auricolari, sia wireless che con collegamento a filo.

1. Auricolari cablati

Come accennato nell’introduzione il tipo di collegamento alla sorgente musicale , può essere tramite cavo oppure wireless per mezzo del sistema bluetooth, la differenza tra i due metodi, ha delle conseguenze sulla qualità, migliore nel caso del cavo. Di contro un auricolare in cavo a come punto debole il punto di attacco al jack, che spesso si rompe a causa dei movimenti frequenti. In linea di massima una cuffia in-ear wired costa meno di una wireless, ovviamente a parità di qualità musicale.

1.1 Sony MDR-EX15LP

auricolari sony
Sony è sempre un punto fermo nel settore delle cuffie e anche negli auricolari economici piazza un prodotto che andrà benissimo per la maggior parte degli utenti. Gli auricolari Sony MDR-EX15LP sono di tipo in-ear si trovano su Amazon a meno di 10 euro (a volte rientrano addirittura nei cosiddetti “prodotti Plus”, ossia quelli che sono talmente economici da non poter essere spediti singolarmente). La buona notizia è che la qualità audio è di ottimo livello per questa fascia di prezzo ma questi auricolari hanno anche un punto debole: dovrete utilizzarli con molta attenzione perché sono delicati e potrebbero rompersi facilmente

1.2 Auricolari Mpow Auricolari Cuffie In-Ear Stereo Universale

Questi auricolari si trovano spesso nelle offerte lampo su Amazon e con un budget inferiore ai 10 euro potete portarvi a casa degli auricolari che hanno anche un microfono integrato e anche dei controlli per il volume. Sono particolarmente compatti e possono essere utilizzati perfettamente anche per chi fa uso delle applicazioni per i rumori bianchi, dato che non daranno fastidio a chi dorme su un fianco. Sono sicuramente degli auricolari molto versatili e convenienti.

1.3 Sennheiser MX 365

Saliamo di prezzo, ma nemmeno tanto visto che basterà un budget di circa 15 euro per portarvi a casa gli auricolari Sennheiser MX 365. In questo caso abbandoniamo la struttura in-ear per un formato classico. Qualora foste tra coloro che preferisce le cuffie di vecchia generazione alle più moderne in-ear allora queste cuffie potrebbero fare al caso vostro. Si trovano su Amazon dove le oltre 500 recensioni positive costituiscono un feedback molto convincente.

1.4 UBSOUND Fighter PRO HD

Anche in questo caso il budget necessario si aggira sui 20 euro, ma in questo caso si ritorna al formato in-ear e rispetto alle cuffie citate in precedenza ci sono anche alcuni elementi da fascia superiore come il filo anti-groviglio. Rispetto agli auricolari di Sony citati in precedenza in questo caso la struttura in alluminio ultra resistente dovrebbe garantire una maggiore longevità. Anche in questo caso le recensioni positive (sono più di 100) su Amazon sono una garanzia.

1.5 KLIM Fusion Auricolari

Negli ultimi anni si sta diffondendo sempre di più la tecnologia ANC all’interno delle cuffie perché in ambienti sempre più caotici e rumorosi ascoltare musica può essere davvero frustrante. Tuttavia, ricorrere a questa tecnologia ha un costo decisamente molto elevato soprattutto perché bisogna salire molto di prezzo per avere dei risultati molto efficaci (le migliori cuffie del settore arrivano a costare più di 300 euro). In questo caso gli auricolari KLIM Fusion utilizzano una soluzione molto più semplice ma ugualmente efficace: questi auricolari sono dotati di cuscinetti in schiuma Memory che sono pensati per offrire due vantaggi: il primo è di garantire un adattamento quasi perfetto alla forma dell’orecchio ma il secondo è quello di agire come dei normali tappi antirumore, ossia bloccare i rumori provenienti dall’esterno. In pratica, sarà come ascoltare musica con i tappi antirumore addosso. Per quanto questa possa sembrare una tecnologia particolare il costo degli auricolari si aggira anche in questo caso sui 20 euro circa su Amazon.

2. Auricolari Wireless

La difficoltà di utilizzare le cuffie in-ear con filo sta nel dover accettare l’intralcio che proviene dalla cavo, per questo motivo, gli sportivi, preferiscono la tecnologia bluetooth, in special modo coloro che vanno in bici oppure in moto.

Gli auricolari wireless devono avere una propria alimentazione, la batteria ricaricabile ha bisogno di essere spesso ricaricata a causa del fatto che possono resistere, per un periodo continuativo di utilizzo, che non supera le 5 ore. Per ovviare a questa scocciatura sono state inventate le confezioni per riporle, che effettuano anche la ricarica.

2.1 Cuffie Bluetooth Magnetiche 4.1 TaoTronics

Mettiamo da parte gli auricolari con cavetto da attaccare agli smartphone muniti di jack da 3,5 mm ed addentriamoci nella categoria degli auricolari wireless. Gli auricolari proposti da Taotronics costano circa 20 euro ed utilizzano la tecnologia Bluetooth. In questo caso però non siamo di fronte ad auricolari di tipo “True Wireless” in quanti i due auricolari sono collegati da un filo che andrà fatto girare intorno al collo. Si tratta di una tecnologia di auricolari che punta soprattutto agli utenti sportivi dato che garantiscono una certa stabilità (anche se dovessero sganciarsi gli auricolari non finirebbero per terra ma resterebbero attaccati al collo) e sono dotati di una forma di cancellazione del rumore passiva (CVC) che non eliminano completamente i rumori ma permettono comunque di ascoltare comodamente la musica con un minimo di isolamento

2.2 AUKEY Latitude Lite

Gli auricolari AUKEY Latitude Lite utilizzano la stessa tecnologia delle cuffie Taotronics citate prima. Sono leggermente più costose però hanno una struttura più resistente e dovrebbero garantire un’ottima autonomia. In ogni caso sono abbastanza economiche dato che si trovano facilmente a circa 25 euro.

2.3 Pamu Scroll

Avete cercato di recente degli auricolari true wireless sul motore di ricerca Google? Probabilmente tra i risultati vi sarà venuto fuori un nome strano, ossia Pamu Scroll. Effettivamente verso la fine del 2018 sono diventati gli auricolari true wireless più in voga. In realtà questo è accaduto perché erano vendute inizialmente su Indiegogo, un sito di crowdfunding, ad un prezzo di saldo molto conveniente. Attualmente è possibile acquistarle anche su Amazon tramite rivenditori terzi ad un prezzo che però si aggira quasi sui 100 euro. A poco più di 40 dollari erano sicuramente un best buy, ma a prezzo pieno la situazione cambia.

2.4 Xiaomi Mi Air True Wireless

Xiaomi non è un’azienda che si tira indietro quando c’è un prodotto particolarmente di moda e così nei primi giorni del 2019 ha presentato un nuovo tipo di auricolari: trattasi delle Xiaomi Mi Air True Wireless. In Cina costano circa 50 euro e sono in vendita dall’11 gennaio. Il punto di forza di questi auricolari dovrebbe essere la ricarica rapida. Questo genere di auricolari, infatti, non può garantire un’ottima autonomia dato che manca lo spazio per una batteria generosa, ma in questo caso basteranno circa 10 minuti di ricarica per un’ora di riproduzione musicale Ci sono già dei rivenditori che le importano dalla Cina ma per poterle acquistare comodamente su Amazon probabilmente dovremo attendere qualche settimana.

2.5 Apple Airpods

C’è poco da fare: nel campo degli auricolari True Wireless il top della categoria è rappresentato dalle Apple Airpods (che poi sono anche gli auricolari che hanno dato via alla moda “True Wireless”. Si trovano facilmente online, anche su Amazon, a circa 180 euro. Non pochi, ma dopotutto parliamo sempre di un prodotto della società di Cupertino. Pensate per funzionare principalmente con i prodotti Apple, in realtà possono essere utilizzate anche con smartphone e tablet Android.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *