Arredo d’interni con strisce a led: design, funzionalità e risparmio

Nella progettazione dell’arredo di interni, un innovativo espediente che conferisce design, eleganza, funzionalità e risparmio è l’utilizzo delle strisce led. Se impiegate con senso estetico e sapienza, il risultato è garantito: lunga durata, bellezza aggiunta a un interno, e alta efficienza dal punto di vista energetico.

Le strisce a led, tra l’altro, costano poco e sono di facile installazione: per applicarle basta premerle con una certa pressione sulla superficie di destinazione; la parte superiore della striscia è, infatti, dotata di apposito adesivo.

Che cosa sono le strisce a led

È molto semplice: sono delle piccole strisce luminose che si possono acquistare in vari colori, bianche, blu, rosse o gialle. Si può scegliere poi tra tonalità di luce fredda, calda o neutra, secondo gli ambienti della casa o dell’interno cui sono destinate.

In genere, sono vendute in bobine di circa cinque metri di lunghezza, che si possono tuttavia tagliare in base alle proprie necessità. Le strisce a led standard sono larghe circa 10 millimetri per uno spessore di 3-4 millimetri. L’importante, quando si decide di applicare le strisce a led, è non esagerare e posizionarle in modo corretto.
strisce led

Per questo, è opportuno preventivamente procedere a uno studio dettagliato degli ambienti per non incorrere nel rischio di ottenere un tipo di luce insoddisfacente.

Le strisce a led vanno bene per ogni stanza della casa, che si tratti del salotto, della camera da letto, della cucina o del bagno.

L’impiego più tradizionale delle strisce a led è l’applicazione sulle pareti verticali di una stanza. Lo scopo? Illuminare un angolo un po’ buio, dare maggiore vitalità a un muro spoglio: sono tutte soluzioni in grado si conferire un nuovo aspetto a un ambiente per mezzo di una giusta combinazione tra strisce a led verticali e orizzontali.

Inoltre, nell’arredo di interni, le strisce a led sono molto di design se posizionate vicino a piante d’appartamento, complementi d’arredo, eventuali sculture, mobili d’antiquariato e così via: il risultato è un’originale scelta stilistica capace di esaltare il vostro arredo.

Molto utile e suggestivo può essere creare sul pavimento un percorso con le strisce a led che, ad esempio, conduca dalla stanza da letto al bagno: di notte si eviterà così di dover accendere la luce.

Volendo, è possibile pure installare le strisce a led direttamente sul soffitto al posto dei comuni lampadari. Il design dell’ambiente sarà super e, inoltre, si otterranno molteplici vantaggi come il risparmio energetico (se di qualità possono durare fino a 100.000 ore) e di conseguenza una bolletta della luce più bassa, una migliore illuminazione delle stanze, minore accumulo di polvere e più spazio libero.

Strisce a led per il salotto o la camera da letto

Le strisce a led posizionate in un soggiorno o in una camera da letto sono molto efficaci dal punto di vista estetico e del design per risaltare l’arredamento o anche una parete. Si possono anche installare dentro a un mobile per illuminarne gli oggetti risposti all’interno; l’effetto è molto bello ed è possibile dirigere il fascio di luce come si vuole, dal davanti al dietro o dal basso verso l’alto.

Una caratteristica importante delle strisce a led è la versatilità: sono semplici da installare anche perché molto flessibili, e in grado di adattarsi a ogni tipo di ripiano, sia esso di forma lineare, curva o angolare.

Inoltre le strisce a led si rivelano ideali per dare un tocco di design sofisticato al vostro arredo d’interni perché, come detto, sono molto sottili, occupano pochissimo spazio e quasi non si vedono; si possono anche installare dentro delle rientranze dei muri del salone o della camera da letto per ricreare un’atmosfera davvero suggestiva.

In alternativa, le strisce a led si possono installare anche sul soffitto della stanza, in particolare se la forma dell’ambiente non è irregolare.

Strisce a led in cucina e in bagno

Nella cucina, le strisce a led trovano il loro posto ideale alla base degli arredi: l’effetto che creano è da film di fantascienza, i mobili paiono come sospesi nell’aria.

Molto utile può risultare posizionare le strisce a led dietro alla cappa della cucina per illuminare adeguatamente il piano cottura o anche sugli scaffali dei mobili per ottenere non solo l’illuminazione dei prodotti riposti ma anche dei begli effetti visivi.

In bagno, potendone scegliere la lunghezza, le strisce a led possono essere posizionate, ad esempio, vicino allo specchio, a contorno delle mensole e degli armadietti o in prossimità del bordo inferiore della doccia e della vasca (ossia vicino al pavimento); per un effetto altamente scenografico.

Vantaggi per l’illuminazione con il led

Le strisce a led offrono grandi vantaggi anche per l’illuminazione casalinga in generale. La luce che emettono, infatti, non è molto forte e diretta ma è comunque capace di illuminare molto bene una stanza senza stancare la vista e donando un’atmosfera rilassante. Inoltre, permettono anche di risparmiare l’energia elettrica.

Come orientarsi nell’acquisto di strisce a led

Per essere di qualità, le strisce a led devono essere “dimmerabili“. Ciò significa che devono permettere di regolare l’intensità di emissione della luce secondo i propri gusti.

Sarà così possibile godere di una maggiore luminosità nel caso, ad esempio, di feste; viceversa se si cerca un’atmosfera più intima per una cena, per leggere un libro o per guardare un film in tv, sarà possibile regolare le strisce a led su un’intensità di luce più soft.

Si può poi anche scegliere la “temperatura” della luce emessa dalle strisce a led; se tendente al “freddo” la luce sarà più bianca e chiara, se più “calda” l’illuminazione varierà decisamente verso una tonalità arancione.

Per ogni dubbio, sul sito https://www.luceled.com si troverà ogni informazione, nonchè le stesse strisce led di vari modelli.

Piccoli accorgimenti da adottare prima di comprare le strisce led

Quando si installano le strisce a led, occorre prestare attenzione alla loro potenza: più è alta più calore producono. Se così fosse, le strisce a led non devono essere messe sulle pareti realizzate in cartongesso o in materiali facilmente infiammabili, ma posizionate su sostegni di alluminio (in commercio ce ne sono di appositi) fatti appositamente per dissipare l’eccessivo calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *